Angelo Abbate, "Nel buio ricami di luce" (Ed. Thule)

di Melania Rossello
 
Leggere questo libro di poesia di Angelo Abbate significa entrare in un mondo ricco di valori e di significati, intristito dalla concretezza della realtà che ci circonda, dall’angoscia esistenziale che si dibatte tra il vivere e il morire, nello sfondo del tempo che passa
 
Ancora oggi, chiunque si accinga a condurre ricerche nel campo delle tradizioni popolari non può prescindere dai suoi contributi. Sono, invece, note quasi esclusivamente a demologi e antropologi altre opere come la Bibliografia delle tradizioni popolari d’Italia, in due volumi, oppure Medici, chirurgi barbieri e speziali antichi in Sicilia. Complessivamente
 
Lo scrittore Pierfranco Bruni si racconta o racconta questa volta, sotto forma di romanzo epistolare in "Lettere a Eleonora", edito da Nemapress in una bella edizione , il viaggio d’amore tra Francisco ed Eleonora dove gli intrecci narrativi vengono costruiti da un flusso di emozioni, sentimenti, illusioni e riflessioni avendo
 
di Rossella Cerniglia 
 
 
L'ultima fatica letteraria di Nicola Romano, già nel suo titolo, Tra un niente e una menzogna, stimola subito a chiederci: cosa potrà mai esserci “tra un niente e una menzogna”? La prima provvisoria risposta, che mi è venuta in mente, dopo aver
 
di Toniella Lamartina Giacalone
 
 
«Il sistema sociale che relega il lavoratore al ruolo di strumento o di ingranaggio è in contraddizione secondo me con la natura della nostra specie, anzi perfino con lo spirito di una sana produttività. Senza voler contestare ciò che il capitalismo realizza a profitto non solo di singoli individui
 
Qual è lo scopo della vita? Il denaro? Il lavoro? Il successo, la carriera? Per gli antichi era conseguire le virtù. Certamente il Lavoro nella vita di una persona è qualcosa di essenziale. Parlando di lavoro non è difficile ascoltare o leggere frasi come queste: “L'italia è una Repubblica fondata
 

Archivio del Cinquantenario /1: "Le Stanze di Thule"

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Vogliamo recuperare la dimensione della bellezza, dell’armonia, la qualità architettonica, il rispetto dell’ambiente, puntando in maniera decisa sulle fonti energetiche alternative, il risparmio delle risorse naturali e una irrinunciabile lotta contro l’inquinamento. Una realtà che sappia costruire soprattutto occupazione vera e stabile dove il
 
Vi è un prezioso opuscolo dal titolo Abuso di parola, abuso di potere (ed. Vita e Pensiero 2020) che raccoglie, con prefazione di Roberto Mancini, due conferenze del filosofo tedesco Josef Pieper (1904-1997) sull’importanza dell’uso delle parole che fondano la convivenza civile e la libertà della scienza. Attraverso uno sguardo
 

Questo sito utilizza Cookies necesari per il corretto funzionamento. Continuando la navigazione viene consentito il loro utilizzo.