Qualche sera fa su Rai Uno, rete ammiraglia, come si diceva una volta, é stato  mandato in onda uno Speciale Rai Cultura su Dante. Uno "speciale" veramente speciale per la futilità, le cose scontate, lo scolasticismo antologico dei fatti detti, e raccontati con una prosopopea da far rabbrividire. Quello  detto
 
“Il mare colore del vino” è la seconda raccolta di racconti di Leonardo Sciascia, apparsa per la prima volta nel 1973. Sono tredici brevi storie intrise di sicilianità. Sciascia, armato di una sottile ironia, richiama il lettore ad una continua analisi introspettiva e ad una riflessione attenta sugli equilibri che governano
 
“Tutto sembrava per sempre, statico, in qualche caso immobile da secoli, fra i mille abitanti inanimati della casanima dell’Ammiraglio. Sculture in marmo, terrecotte centenarie, la più fine porcellana, antichi gessi, calchi e legni scolpiti, facevano corona a quadri, stampe, arazzi e disegni, parte questi di un paesaggio che pullulava di
 

Stefano e le ‘Cuddureddi’ - di Aldo Gerbino

Stefano Vilardo, 2012 (foto Francesco Seggio) Gli inizi degli anni Ottanta mi hanno fatto dono della conoscenza di Stefano Vilardo, un poeta che già conoscevo per aver letto, – nei quaderni di Galleria curati da Leonardo Sciascia, – i suoi Primi fuochi del 1955 e Il frutto più vero
 

Myriam De Luca, "L'invisibile nutrimento" (Ed. Thule) - di Marianna La Barbera

Nuova opera in versi per l’autrice palermitana Myriam De Luca     La nuova maturità letteraria e personale, l’approdo alla consapevolezza emotiva, la volontà di sperimentare le sfide della vita all’insegna di una libertà interiore conquistata lungo il cammino e intensamente coltivata attraverso fasi di smarrimento, risalite,
 

Phil Sine Die - Tenimi la manu (voce di Cinzia Sciuto)

 

"TETRA - LOGICA" di Francesco Maria Cannella

© Copyright by Francesco Maria Cannella 2013: Composizione
(disegno & grafica)
  TETRA - LOGICA  A Serena, per finire               
  I.
Stoicismo & Memoria
Se ogni giorno è nuovo, ogni giorno è lo stesso…
II.
Un vuoto a perdere
Quando ti
 

Corrado Calabrò, "L’altro" (Ed. Thule) - di Nicola Prebenna

Non sempre allo spessore del libro corrisponde la qualità del contenuto o la chiara positività del messaggio; accade spesso che testi agili, condensati, essenziali rivelino tesori nascosti, a prima vista insospettati. E tale è la disvelatura della plaquette L’Altro che il poeta Corrado Calabrò ha da poco affidato alle stampe.
 
La crisi della nostra Nazione non è solo sanitaria, nonostante l’enorme dramma rappresentato dalla pandemia. Il drammatico crollo del Pil, il fallimento di molte aziende (facile preda di criminalità organizzata o investitori cinesi) e l’emorragia senza precedenti di posti di lavoro sembrano aprire ferite insanabili nel corpo della penisola. E
 

Questo sito utilizza Cookies necesari per il corretto funzionamento. Continuando la navigazione viene consentito il loro utilizzo.