Myriam De Luca, "L'invisibile nutrimento" (Ed. Thule)

di Ester Monachino
 
Quando già dalla campitura delle prime composizioni emerge, facendosi  presenza,  l’Anima del poeta, dapprima in punta di pennello o con la leggerezza d’un passo di danza, poi  via via con tocco deciso, con spatolate di densa cromaticità, non si può che salutare il poeta
 

“Sguardi di Eros Donna / Demone della Trasformazione” di Vitaldo Conte

L'arte dionisiaca vuole convincerci dell'eterna gioia dell'esistenza:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
“Empia, t’e’ figlio chi ti uccide un figlio?” fa dire Vittorio Alfieri al Duca Cosimo I dei Medici, rivolto alla morente consorte Eleonora, al termine di una sconsiderata e noiosissima tragedia durante la quale tradimenti, congiure e omicidi familiari mostrano la crudelta’ malata di una grande famiglia. Wikipedia avverte che
 

Angelo Abbate, "Nel buio ricami di luce" (Ed. Thule)

di Melania Rossello
 
Leggere questo libro di poesia di Angelo Abbate significa entrare in un mondo ricco di valori e di significati, intristito dalla concretezza della realtà che ci circonda, dall’angoscia esistenziale che si dibatte tra il vivere e il morire, nello sfondo del tempo che passa
 
Ancora oggi, chiunque si accinga a condurre ricerche nel campo delle tradizioni popolari non può prescindere dai suoi contributi. Sono, invece, note quasi esclusivamente a demologi e antropologi altre opere come la Bibliografia delle tradizioni popolari d’Italia, in due volumi, oppure Medici, chirurgi barbieri e speziali antichi in Sicilia. Complessivamente
 
Lo scrittore Pierfranco Bruni si racconta o racconta questa volta, sotto forma di romanzo epistolare in "Lettere a Eleonora", edito da Nemapress in una bella edizione , il viaggio d’amore tra Francisco ed Eleonora dove gli intrecci narrativi vengono costruiti da un flusso di emozioni, sentimenti, illusioni e riflessioni avendo
 

Nicola Romano “Tra un niente e una menzogna” (Passigli Ed.)

di Rossella Cerniglia 
 
 
L'ultima fatica letteraria di Nicola Romano, già nel suo titolo, Tra un niente e una menzogna, stimola subito a chiederci: cosa potrà mai esserci “tra un niente e una menzogna”? La prima provvisoria risposta, che mi è venuta in mente, dopo aver
 

Tommaso Romano, "La Casa dell'Ammiraglio" (CulturelitEdizioni)

di Toniella Lamartina Giacalone
 
 
«Il sistema sociale che relega il lavoratore al ruolo di strumento o di ingranaggio è in contraddizione secondo me con la natura della nostra specie, anzi perfino con lo spirito di una sana produttività. Senza voler contestare ciò che il capitalismo realizza a profitto non solo di singoli individui
 

Questo sito utilizza Cookies necesari per il corretto funzionamento. Continuando la navigazione viene consentito il loro utilizzo.