XXXVII Capitolo - "La mia vita" di Antonio Saccà

 
Sono passati anni ,decenni, vorrei chiarire me stesso a me stesso, perché oggi   considero quel tempo andato, erratissimo  contro me anche da parte mia. Stefania ed io eravamo una coppia innamorata, io di Lei, proprio di Lei Stefania, Lei di me, Antonio. L’amore  rende l'individuo insostituibile, il suo volto com'era, il suo corpo come era, le sue mani come erano, come parlava, questo è l'amore che identifica quanto la morte. Quella cosa, quella persona, esclusivamente, insostituibilmente, anzi, è l’amore che fa esclusivi, insostituibili: Io e Tu, Tu
 
Il testo offre al lettore un’armonia di parole e colori d’immagini uniti da una musicalità espressiva prettamente mediterranea. Anche se i due ricercatori hanno la loro compiutissima esistenza artistica indipendentemente l’una dall’altra, “il linguaggio delle impressioni poetiche di Tommaso Romano e l’accensione della tavolozza del Maestro Togo stanno nella stessa
 
    Sono aperte le celebrazioni in Francia guidate da Presidente Emmanuel Macron per gli 80 anni del D-Day, lo Sbarco alleato in Normandia del 6 giugno 1944, avvenimento di valore mondiale con la presenza del Presidente americano, Joe Biden e il Presidente della Repubblica italiano Sergio Mattarella. Saranno presenti
 

Quanti sono i morti causati dal comunismo? – di Domenico Bonvegna

In tanti hanno posto questa domanda e in tanti hanno risposto. La cifra convenuta dai vari storici oscilla tra gli 80 e i 100 milioni. Gli autori de “Il Libro Nero del Comunismo”, hanno dato la cifra di 85 milioni. Soltanto da un libro, almeno che io sappia, si desume
 

XXXVII Capitolo - "La mia vita" di Antonio Saccà

Ho nominato Salvatore Dino, opportuno insistere. Mentre edificava, riedificava una villa, Appia Antica, Roma, che divenne forse la più regale di quella sfera imperiale, la strada con  re4sidui di massi millenari, ai bordi sculture, muraglie antiche, ed una atmosfera di eternità, ebbene  pianta dopo pianta, Dino rimodellava la sua magione,
 
Rovine dell’antica città di Ercolano L’importante scoperta di assoluto valore è avvenuta alla Biblioteca nazionale di Napoli grazie al lungo ed appassionato lavoro di una ricercatrice dell’Università degli Studi di Napoli Federico II e nell’ambito di un rilevante progetto europeo. Il binomio tutela e ricerca porta oggi un risultato straordinario
 
Voci, voci. Odi, mio cuore, come solo udirono i santi: sì che l’immenso richiamo li levò dal terreno; ma essi, impossibili, rimasero in ginocchio e non se ne curarono: così erano ascolto. Non che di Dio potresti sofferire la voce, di lungi. Ma lo spirare
 

In vista delle elezioni. QUO VADIS EUROPA? – di Mario Bozzi Sentieri

L’Europa deve cambiare: è questa l’aspettativa autentica che ci sta di fronte,  in vista del prossimo appuntamento elettorale dell’ 8-9 giugno, consapevoli  che, nella prospettiva di una più matura integrazione continentale,  evidentemente non sia possibile  continuare a muoversi con le modalità fino ad oggi seguite, avendo gli identici obiettivi ed
 
È uscita pochi giorni fa la nuova raccolta poetica della nota poetessa Maria Pia Quintavalla, l’ennesima in un lungo e apprezzato percorso letterario che l’ha vista, recentemente, meritare il Premio Speciale “Alla Carriera”, conferitole nelle Marche[1], per la sua distinta attività di poetessa e saggista all’interno della III edizione del
 

Questo sito utilizza Cookies necesari per il corretto funzionamento. Continuando la navigazione viene consentito il loro utilizzo.