La Sacra Tunica – lirica di Giovanni Teresi

                          Passione di Gesù 

 

 

Il corpo martoriato, esamine si trascina

con dei sandali rotti sulla via del calvario.

La pietà non abita nei cuori,

si uccide l’innocenza, la sapienza

il frutto della vita!

La tunica impregnata di sangue,

lacera e sporca di fango, copre le ferite.

Sul Golgota la Croce, issata tra loschi vicini,

porta le esili membra inchiodate, il dolore.

Gesù, Figlio di Dio, non guarda l’orrore

ama e perdona.

La Madre raccoglie la tunica,

abbraccia gli stracci del Figlio,

guarda col cuore trafitto il Divino,

non grida, sa già il promesso destino

“il Figlio non sarà morto!”

I fratelli grideranno: “E’ risorto!!”

La terrena pietà è solo un momento …

La luce di Vita abbaglia le tenebre nel vento,

riempie il cielo di gocce di pioggia,

la terra di lacrime,

la luce Divina annienta il dolore, la morte.

Il futuro non sarà sepolto nel nulla.

 

Giovanni Teresi

Potrebbero interessarti

Articoli più letti

Questo sito utilizza Cookies necesari per il corretto funzionamento. Continuando la navigazione viene consentito il loro utilizzo.