Elite e Distinzione/ 65 - Giuseppe Giacosa

Quegli uomini di ferro d’ogni mollezza schivi / si parano alla mente baldi, parlanti e vivi / son là, coll’armi al fianco, col giripalco in mano /... / capaci / di morir per un nome o il più puro dei baci; / con tre motti stampati nel cuore e nella mente: / il Re, la Dama, Iddio; e su questi lucente / come una sola a meriggio, una grande chimera, / legge informe, malcerta, prepotente, severa, / assoluta giustizia o generoso errore, / impossibile al pari del cristallo: l’Onore.

Potrebbero interessarti

Articoli più letti

Questo sito utilizza Cookies necesari per il corretto funzionamento. Continuando la navigazione viene consentito il loro utilizzo.